Diario di viaggio

Da oggi inizia il nostro DIARIO di VIAGGIO, per raccontarci e raccontarvi tutti i passi dell’Associazione, con Filippo che ci accompagna , seguendo le sue orme per giungere in “alto”, come il volo dell’aquila, alle “vette” più alte da dove è possibile guardare e vedere lontano, oltre l’orizzonte, oltre…

giovedì, 12 maggio 2016
Vado a messa stamani…”per caso”, perché avrei potuto non svegliarmi, vista l’ora che ho fatto stanotte! E altrettanto “per caso” al Preziosissimo Sangue: avrei potuto decidere di andare nel pomeriggio, un po’ più vicino, e stamani dormire un po’ di più (in realtà non me l’ha permesso il pensiero di tutte le cose da fare oggi!)
Così mi sono trovata a vivere una messa dedicata ad un evento miracoloso, legato alla Madonna della Misericordia del santuario di Rimini, avvenuto il 12 maggio del 1850, che neanche conoscevo…
La Madonna della Misericordia…e ancora una volta mi trovo di fronte a “qualcosa” che inizia in tuo nome (oggi, questo DIARIO di VIAGGIO della tua Associazione) in una data “particolare”, legata a qualche tuo avvenimento o ricorrenza o a qualche festa della Madonna.
Filippo, come si fa a non pensare che da sempre Maria ci accompagna e ti ha accompagnato…e continua ad accompagnarti e ad accompagnarci nel cammino che tu ci hai lasciato da compiere?!
Ecco, Maria, ancora una volta affidiamo la nostra vita e il nostro “viaggio” al tuo cuore di Mamma e alle tue mani che ci tengono per mano, insieme a Filippo.
Madonna della Misericordia…e non è “un caso”! Ha qualcosa a che fare con te, Filippo!

                                                                                                                            mamma

venerdì, 13 maggio 2016
13 maggio 1995: è nata la nostra piccola famiglia, affidata alla Vergine di Fatima, a Maria nostra Mamma, e così è iniziato il nostro cammino…Oggi siamo ancora in viaggio…di nuovo in viaggio! Un viaggio “fisico”, perché ci siamo mossi fisicamente; un viaggio “del cuore”, perché abbiamo scelto il giorno del nostro anniversario di Matrimonio; un viaggio “dell’anima” perché lo abbiamo fatto con te e per te, Filippo. E ancora una volta qualcosa di importante è accaduto ed è cominciato in un “giorno speciale”, come tantissimi di quelli che ci hanno accompagnato e abbiamo vissuto insieme. Noi “vediamo” la tua presenza costante, che ogni giorno ci accompagna, e il nostro cammino continua ad essere guidato e illuminato da Maria, che come stella si fa presente, attraverso i segni delle feste e delle ricorrenze che ci riportano a Lei.
Oggi possiamo dire che “è nata” la prima piccola pubblicazione sulla tua vita, ancora da perfezionare, ma ci è stata consegnata la prima bozza già completa: la tua storia come testimonianza di una grande fede e di un grande amore, vissuta in così pochi anni, ma un’esplosione di vita piena che raramente si trova anche in 100 anni di vita! Perché niente di te vada perduto, perché il “piccolo seme caduto in terra” non rimanga bloccato e nascosto, ma possa diventare “l’albero” che Dio ha pensato e vuole che sia, che dia i suoi frutti “al tempo opportuno”
Buon viaggio Filippo!
babbo e mamma

martedì 17 maggio 2016
Giorno importante questo per l’associazione: siamo finalmente entrati “ufficialmente” al Meyer!
Il consiglio direttivo ha avuto un incontro con il Direttore sanitario del reparto di Oncoematologia del Meyer e con l’assistente sociale e la psicologa che si occupano dei contatti con le associazioni. Si è aperta una strada, quella lungo la quale cammineremo, secondo quanto Dio vorrà che noi facciamo! Buon cammino a tutti i volontari “Con lo sguardo di Filippo”

venerdì 10 giugno 2016
Stamani al Meyer abbiamo ritirato i nostri primi “tesserini di riconoscimento” per i nostri volontari che, dopo alcuni giorni di “timore” che qualcosa potesse andare “storto”, domenica prossima 12 giugno entreranno per la prima volta nella piccola ludoteca del reparto di oncoematologia. Per Luca e Flavia la grande emozione di portare per primi “lo sguardo di Filippo” nel suo reparto, in mezzo a quei bambini e ragazzi “che stanno peggio”, per i quali lui si è preoccupato quando ancora ne faceva parte…E Filippo li accompagnerà e rientrerà con loro, per portare VITA dove la vita è messa a dura prova!
Buon cammino ragazzi!

Domenica 12 giugno 2016
L’INIZIO!
Oggi abbiamo raggiunto il nostro INIZIO!
Sì, perché questo non è un traguardo, ma un inizio, l’inizio del nostro cammino come volontari, il nostro primo “ingresso” nella piccola ludoteca del reparto di oncoematologia del Meyer.
Oggi il primo giorno, Luca e Flavia i nostri “primi” volontari…Non sarà un caso che siano due giovanissimi, più o meno dell’età di Filippo, e Filippo li ha certamente accompagnati!
Oggi è stato un grande giorno! Momento importante e fondamentale per la “nostra” associazione.
Prima di iniziare, ci siamo fermati un attimo nel giardino fuori della Hall e abbiamo affidato tutto alle mani di Maria (come avrebbe fatto Filippo…e come sicuramente HA FATTO insieme a noi). Siamo saliti, abbiamo suonato…siamo entrati e Luca e Flavia si sono sistemati in ludoteca e hanno incominciato la loro “attività” musicale. E’ stato bellissimo vedere ad un certo punto un infermiere, che aveva appena accompagnato un ragazzo, tornare indietro canticchiando la musica che Luca stava suonando! E poi vedere il dott. Casini uscire sorridendo…
Sbirciando dalle fessure trasparenti, rimaste fra un fiore e un altro delle pareti della ludoteca, si vedevano un bimbo con la sua mamma e poi due ragazzi, che sono rimasti per un po’. Da fuori si sentiva suonare, cantare…e poi battere le mani! Dopo un po’ è rimasto solo il bimbo piccolo che ha giocato insieme a loro.
L’emozione è stata tanta! E alla fine tanta gioia e soddisfazione, soprattutto per Luca e Flavia.

12 giugno 2016
Caro Filippo,
che grande giorno è stato oggi per te! Sei rientrato, attraverso il cuore, le mani, il volto di Flavia e di Luca, nel “tuo” reparto, dove ci sono quei bambini e quei ragazzi “che stanno peggio”, quelli per cui ti sei preoccupato di chiedere preghiere quando ancora eri qui…e che ti sei preoccupato di farci in qualche modo  “accudire”, guidandoci in questo cammino della tua associazione.
L’emozione oggi si è fatta sentire…Ci ha fatto un certo “effetto” accompagnare i “tuoi” volontari lì dentro….ci siamo tornati diverse volte, ma oggi era diverso…e l’emozione è stata forte! Luca e Flavia sono stati bravissimi e siamo certi che tu eri lì con loro…eri lì con noi.
babbo e mamma